venerdì 15 febbraio 2013

E' l'ora della PIZZA!!! Ricetta base - metodo Poolish


Finalmente dopo tanto "spulciare" sono riuscita a trovare una formula "magica" per la realizzazione della pizza fatta in casa! Buonissima! Come molti già sapranno ci sono diverse tecniche per realizzare una buona pizza casalinga, qui vi propongo la ricetta da me sperimentata piu' volte che sono sicura non deluderà le vostre aspettative! Ci vuole solo un pò di "pazienza" ... (che non è il mio forte) ... e buona volontà come in tutte le cose.
Ricordate che il segreto per avere una buona pizza sta nell'utilizzare pochissimo lievito nell'impasto, attendere lunghi tempi di lievitazione e procedere alla cottura della stessa in forno ad alte temperature.
Iniziamo subito e prima di mettere le mani in pasta, anzi nella farina, di seguito l'elenco degli ingredienti necessari:
  • 450-480 farina forza media (W230-260)
  • 280 gr di acqua
  • 10gr di sale
  • 2 gr di lievito di birra fresco o 1gr di lievito secco in granuli

In una ciotola capiente mettere tutta l'acqua e sciogliere il lievito. Pesare metà della farina ed aggiungere. Iniziamo ad amalgamare tutti gli ingredienti per circa tre minuti fino ad quando la farina sarà del tutto assorbita e senza granuli. Risulterà un composto semi-liquido. Non preoccupatevi, va bene così. Coprire la ciotola con la pellicola trasparente. Trascorsi 30 minuti aggiungere la restante farina, unire il sale ed impastare il tutto per circa 15 minuti fino ad ottenere un impasto compatto  e senza grumi.  Formare una sfera e metterlo a lievitare su una spianatoia spolverizzata di farina avendo cura di coprirlo con la pellicola trasparente e da un canovaccio. Facciamo lievitare per circa tre ore e dividere l’impasto i panetti da circa 250 gr (dose per una pizza rotonda). Questi panetti devono essere realizzati con la “tecnica delle piegature” per dare corpo alla pasta. Questo procedimento  semplice ma indispensabile- fate così: schiacciate un po’ la pasta fino a formare un piccolo rettangolo e poi arrotolarlo su stesso, girate la pasta nel senso verticale e ripetere la piegatura su se stessa, infine e dare la forma di una pallina con il movimento rotatorio della mano (piu’ difficile a scriverlo che a farlo). Una volta esaurita la pasta, porre questi panetti in dei contenitori unti d’olio che saranno poi chiusi ermeticamente e posizionati nel frigo. Lasciarli lievitare almeno 6 ore (tutta la notte sarebbe meglio). Tiratele fuori dal frigo mezz’ora prima di stendere le pizze e contemporaneamente accendete il forno al max. Io personalmente ho acquistato la pietra refrattaria e l’ho posizionata sulla base del mio forno elettrico…vi assicuro che la cottura in questo modo è tutta un’altra cosa J Togliere e panetti dai contenitori e disporli su una spianatoia infarinata. Stendere la pizza picchettando con i polpastrelli delle dita dal centro verso l’esterno lasciando, se vi piace, il bordo leggermente piu’ alto. Cuocere sulla pietra refrattaria per 3/5 minuti! Per la cottura con il forno tradizionale ci vogliono circa 15 min. di cottura. Condire a piacimento!